Home
Castelmagno
Cultura
Eventi
Siti amici
 

[ 546 messaggi sul Diario - pag 54 di 55 ]
salta a pagina:   55 54 53 52 51 50 49 48 47 46  >>


Ezio di Chastelmanh  ha scritto:


FANTASTICO!! Non potendo pensare di far sopravvivere la propria attività con il turismo estivo, ci si sbatte per avere un bel sito, una bella pagina face book, ecc… In questo modo magari hai più visibilità fuori zona, così qualcuno la roba te la ordina e se la fa spedire per posta… e la cosa funziona pure!! Ma un bel giorno di metà ottobre, POSTE ITALIANE decide che l’ufficio postale di Castelmagno non è più abilitato a ritirare i pacchi!! Se vuoi te li devi portare a Pradleves!!
Poi qualcuno si stupisce ancora se quando ci invitano al rituale convegno sulla montagna, la nostra risposta è un sentito vaff…!!!!
[ # 536  06/11/2013 01:06:12 ]


Castelmagno-oc di Castelmagno  ha scritto:


Secondo voi, se il nostro famigerato “muro della vergogna”, in un periodo di pioggia prolungata, crollasse per le infiltrazioni d’acqua andando ad ostruire il passaggio del sottostante torrente Grana in piena, formando una specie di diga… al cedimento di quest’ultima, cosa consigliereste di fare agli abitanti di Predleves, Monterosso e Valgrana che hanno le case vicino alla riva??
Poi qualche giorno fa’ leggiamo su un giornale online che la presidente della provincia, in una lettera al direttore regionale Nord Ovest di Vodafone, chiede: “...di ottenere la copertura telefonica e dati nella Valle Grana (in particolare modo in frazione Valliera e Castelmagno)...”
Ci permetta Sig. Gancia…
ma prima di preoccuparsi tanto del fatto che i suoi amici di Langa a Valliera non riescano ad usare il cellulare, non sarebbe più opportuno che gli stessi a Valliera riescano ad arrivarci??
Sono passati cinque anni da quando i tecnici della provincia dichiararono pericolante il “Muro della Vergogna”, quanto credete che reggerà ancora??
[ # 535  29/10/2013 13:57:52 ]


Ezio di Chastelmanh  ha scritto:


Asportata parte della segnaletica del Comune di Castelmagno

Inspiegabilmente, nei mesi di luglio e agosto, nella parte alta del comune, senza darne comunicazione e averne autorizzazione, è stata asportata una buona parte della segnaletica sentieristica finanziata e posizionata dal Comune di Castelmagno, tramite l’ingente lavoro di un gruppo di volontari.
Parte di essa è stata sostituita con una nuova palinatura,la quale, non essendo stata posizionata seguendo particolari accorgimenti tecnici suggeriti dall’esperienza e dalla minuziosa conoscenza del territorio, in diversi punti è già stata divelta da agenti atmosferici e animali presenti in zona.
Tramite le misere risorse del nostro ufficio tecnico, stiamo cercando di capire chi è la “fine mente” di questa “genialata” che, purtroppo, ha profondamente fiaccato (speriamo non irrimediabilmente) la volontà e abnegazione della nostra squadra di volontari.
In attesa e nella speranza che il tutto venga ristabilito,ci scusiamo anticipatamente se alcuni di voi troveranno difficoltà a percorrere la nostra rete sentieristica a causa della mancanza di alcune segnalazioni.

Ezio Donadio
Assessore Comune di Castelmagno
[ # 534  30/08/2013 12:50:23 ]


Castelmagno-oc di Castelmagno  ha scritto:


A nome dell'amministrazione comunale di Castelmagno e del Centro Occitano di Cultura “D.Dalmastro”, rivolgiamo i nostri più sentiti ringraziamenti a musicisti Chiara Cesano, Daniele Giordano, Dino Tron, Enrico Gosmar, Mario Poletti, Riccardo Serra, al concittadino Sergio Berardo e a tutto lo staff de LOU DALFIN per averci permesso, attraverso la loro più totale collaborazione, di organizzare e svolgere la tredicesima edizione del Concerto Occitano di Ferragosto presso il nostro amato Santuario.
Un sentito grazie va ai volontari del Gruppo A.N.A - Valle Grana della Protezione civile, coordinato da Leandro Mandrile, per l’enorme e impeccabile lavoro svolto dal primo mattino fino a sera, agli uomini della Global Security, ai Carabinieri della stazione di Pradleves e agli agenti del Corpo Forestale dello Stato per aver fatto sì che il notevole l’afflusso delle auto verso il santuario fosse fluido e regolare.
Infine, ma non per questo meno importante, rivolgiamo un ringraziamento particolare al rettore del Santuario Don Ezio Mandrile e ai cittadini di Chiappi che da tredici anni di buon grado sopportano la variopinta e gioiosa “invasione” occitanica… e alle migliaia di persone che, incuranti del brutto tempo, sono salite a far festa con noi sul sagrato di quello splendido monumento che è il Santuario di Castelmagno.

Ezio Donadio
Comune di Castelmagno

Angelo Artuffo
Centro Occitano di Cultura “D: Dalmastro”
[ # 533  23/08/2013 19:46:20 ]


Ezio di Chastelmanh  ha scritto:


Vengo anch’io alla Gardetta! …No tu no …Tu vieni lunedì!!

Considerato che lo fanno un po’ tutti, anch’io ho deciso di dire la mia sulla questione della chiusura al traffico motorizzato delle ex militari sterrate e non di alta quota, naturalmente il tutto visto dall’ottica di un’ indiano di valle che inmontagna ci vive e lavora.

Le strade sterrate d’alta quota sono una risorsa significativa del nostro territorio, un patrimonio storico della montagna da valorizzare e custodire con cura.
E’ mia opinione che queste strade, così dette “turistiche”, debbano essere severamente regolamentate ma lasciate alla libera percorrenza di tutti, previo pagamento di un pedaggio atto a recuperare i fondi necessari alla loro manutenzione e sorveglianza. Senza questo, nel giro di pochi anni, non occorreranno ordinanze, queste strade si chiuderanno da sole per frane e crolli di muretti.

La chiusura al traffico adottata di recente è sicuramente la soluzione più veloce, comoda… quanto inutile a garantirne il futuro: si crea scontento e non se ne ricava un euro da usare per metterci una pezza!

Per quanto riguarda la chiusura del colle Fauniera, mi chiedo perché non si sia optato per un senso unico di marcia a turno alternato per valle, metodo che eliminando l’incrocio dei mezzi avrebbe di conseguenza eliminato i relativi problemi di sicurezza.
Una soluzione sempre provvisoria ma meno impattante e contestabile.
Un tizio diceva che, a pensar male quasi sempre ci si azzecca, quindi io una risposta ce l’avrei… visto però che non ne possiedo la contro-prova, la tengo per me.

Premesso che la presenza sul territorio, lungo tutto il periodo dell’anno, di attività economiche, siano esse Aziende agricole, negozi, botteghe artigiane o bar-ristoranti, fa sì che nei paesi delle alte valli vi sia ancora un minimo di tessuto sociale tale dapoter definire “vivo” un paese, faccio presente che, al contrario della valle Maira (Colle d’Elva) e della valle Stura (Maddalena e Lombarda) la valle Grana, non ha altri sbocchi intervallivi tolto il Fauniera, di conseguenza coloro che amano gite a più ampio respiro (in particolar modo i motociclisti) se ne andranno altrove e le attività economiche dell’alta valle si vedranno privare di un buon 30\40% del loro lavoro. In questi tempi di crisi generalizzata, scusate se è poco!!

A questo punto qualcuno obietterà che eliminando i mezzi a motore viene incentivato il turismo pedonale, discorso che non fa una grinza, ma dati alla mano, a costoro faccio presente che su cento persone che salgono sul Tibert una decina poi si ferma a bere una birra o a comprare un pezzo di formaggio, su cento motociclisti che transitano sul Fauniera, una cinquantina si ferma a far pranzo all’osteria...
Purtroppo, (per noi) di queste cose AI PIU’ NON INTERESSA NULLA, sono decisamente più importanti i lupi e le gare di biciclette. Per rendersene conto basta farsi un giro nei paesi delle alte valli in un qualsiasi giorno lontano dal periodo vacanziero di ferragosto…
Per poter vivere quassù il nostro senso di adattamento alla montagna si è notevolmente evoluto, ma al vivere d’aria, seppure buona, non ci siamo ancora arrivati.

Ai tanti che, nelle loro gite per le valli, prossimamente non troveranno più aperti un bar per un caffè o una trattoria per un piatto di ravioles, cortesemente chiederei solamente il buongusto di non lamentarsi!
Come afferma Gino Paoli in una sua canzone, trattasi di “motivi di sopravvivenza”.
[ # 532  12/08/2013 19:15:59 ]


Castelmagno-oc di Castelmagno  ha scritto:

Concerto Occitano di Ferragosto con Lou Dalfin 2013

Come da tradizione, ritorna il 15 Agosto, e raggiunge il ragguardevole traguardo dei tredici anni di svolgimento, il Concerto Occitano di Ferragosto con Lou Dalfin. La manifestazione, organizzata dal Comune di Castelmagno, dall'Associazione Culturale Lou Dalfin e dal Centro Occitano di Cultura Detto Dalmastro, come sempre, avrà luogo presso il prestigioso sagrato del Santuario di S. Magno di Castelmagno (Cn). Il tradizionale appuntamento in alta montagna fin dalle prime edizioni ha saputo convogliare in Valle Grana un numero impressionante di partecipanti, fino a raggiungere le 3000 presenze; ospite della manifestazione sarà come sempre il capofila dei gruppi di musica occitana: Lou Dalfin. Il concerto di Ferragosto prenderà il via alle ore 16.00. Anche quest'anno, per ingannare il tempo in attesa dell'esibizione di Sergio Berardo & C. dalle ore 14 nelle adiacenze del Santuario è prevista l'esibizione di gruppi spontanei di suonatori provenienti dalle più svariate valli occitane italiane e d'oltralpe.
La partecipazione alla manifestazione è completamente gratuita, questo per consentire ad un vasto pubblico di conoscere lo stupendo paesaggio dell’Alta Valle Grana, il suo principale monumento di arte Sacra, e di prendere parte ad un evento culturale che coinvolge e trascina nel sano divertimento i giovani e meno giovani attraverso la musica e i balli tradizionali, tutto questo a contatto con la splendida natura della Valle.
Un servizio navetta sarà messo a disposizione gratuitamente dal Comune di Castelmagno con partenze regolari dalla frazione Chiappi con orario 13.00 / 19.00.
Numerose sono le novità del 2013: le associazioni e le strutture ricettive della Valle, consce dell’importanza che ha l’evento sulla zona, hanno deciso di collaborare all’organizzazione proponendo una serie di iniziative collaterali al concerto e pacchetti turistici.
Si comincerà mercoledì 14 agosto nella piazza di Chiotti alle ore 21 con uno spettacolo a cura dei PesciPiccoli:
I PesciPiccoli sono artisti, attori, musicisti e agitatori culturali provenienti da tanti diversi luoghi che si incontrano per dare vita a spettacoli nella più pura tradizione del teatro di strada. Canzoni, monologhi, sketch e clownerie si susseguono in una rappresentazione collettiva sempre nuova e diversa, che alterna dramma e comicità, teatro civile e arti circensi. Odiano gli acquari e le bocce di vetro, la loro dimensione è quella delle strade e delle piazze di paese, dei cortili, delle bocciofile e dei sagrati delle chiese. 
Nella prima metà di agosto i PesciPiccoli attraccheranno a Lou Porti, agriturismo di Monterosso Grana, per dare vita a una residenza artistica, indipendente e autogestita, e produrre una serie di spettacoli da portare nelle vie e nelle piazze delle valli vicine tra cui quello del 14 agosto a Chiotti.
La mattinata del 15 agosto incomincerà presto grazie a TrekkinGrana che curerà la suggestiva escursione nella misteriosa Comba di Narbona alla scoperta di un itinerario sconosciuto con arrivo al Santuario di San Magno per il concerto dei Lou Dalfin. L’escursione prenderà il via da Colletto e si snoderà sullo spettacolare sentiero che raggiunge prima Narbona, leggendaria borgata delle Alpi, e poi risale fino alle basse di Narbona, storico punto di incontro tra gli alpeggi della valle Grana e quelli della valle Maira. Di qui si proseguirà per il suggestivo monte Crocette, in cui i pellegrini sono soliti sistemare piccole croci in legno al loro passaggio. In seguito si scenderà presso il monumentale Santuario di San Magno per assistere al concerto di ferragosto dei Lou Dalfin.
[ # 531  05/08/2013 18:45:17 ]


paolo rosati di roccaforte mondový  ha scritto:

complimenti per la descrizione degli itinerari,
complimenti per la segnaletica verticale ed orizzontale
[ # 530  06/07/2013 19:55:37 ]


Castelmagno-oc di Castelmagno  ha scritto:


Comune di Castelmagno

Da giugno 2013 è disponibile una nuova cartina che interessa l’intero territorio della valle Grana: è la n. 14 “Valle Grana e bassa Valle Stura di Demonte” di Fraternali Editore(http://fraternalieditore.com), scala 1:25.000, in materiale impermeabile e antistrappo.
E’ stata realizzata con tecnologia GPS, a seguito di un rilievo diretto della rete sentieristica principale e secondaria, del reticolo delle piste forestali e delle strade bianche.
L’auspicio è che la nuova mappa, con le altre cartine e guide già in commercio, possa incrementare ulteriormente la pratica dell’escursionismo in valle Grana.

[ # 529  21/06/2013 16:48:29 ]


Castelmagno-oc di Castelmagno  ha scritto:


Domenica 26 maggio presso il Santuario di Castelmagno, ore 11, il Centro Recupero Animali Selvatici di Cuneo ONLUS effettuerà la liberazione due magnifici esemplari di Bianconi ( Cyrcaetus gallicus ) detti aquile dei serpenti ed una coppia di Corvi Imperiali ( Corvus corax ), curati e riabilitati dal CRAS stesso.

La manifestazione proseguirà, per chi lo desidera, con una polentata in amicizia, costo 12 euro, prenotazione obbligatoria entro giovedì 23 tramite mail info@centrorecuperoselvatici.it o tel. 0171.82305.

[ # 528  15/05/2013 13:45:14 ]


Castelmagno-oc di Castelmagno  ha scritto:


Lunedì 20 Maggio alle ore 21 nel salone comunale delle feste a Campomolino, si farà festa con musica e danze occitane insieme agli allievi del Liceo Classico e Linguistico Carlo Alberto di Novara in visita nel nostro comune... chi vuole venire sarà il benvenuto!!
[ # 527  13/05/2013 13:53:26 ]


[ 546 messaggi sul Diario - pag 54 di 55 ]
salta a pagina:   55 54 53 52 51 50 49 48 47 46  >>




Racconta la tua visita a Castelmagno, con le tue impressioni, le tue emozioni ed eventuali suggerimenti per un migliore futuro della comunità.

Questo è uno spazio
dove tutti sono liberi
di esporre le proprie opinioni, non è quindi da considerarsi espressione del pensiero degli autori del sito.


 Per contattarci:  castelmagno.oc@libero.it