Home
Castelmagno
Cultura
Eventi
Siti amici



Viol: Champdamoulin - Pilounet - Fourest (Quiot)

Sentiero: Campomolino - Pilonet - Foresti (Chiotti)

TEMPO DI PERCORRENZA: ore 1,20
 
(ore 2,45\3 per l'intero anello)


DISLIVELLO: 450 mt.



le Baite "Fourest Soubiran" (Foresti Soprano)

Il percorso, ottimamente segnalato da caratteristici cartelli in legno, inizia dalla piazzetta posta al centro della borgata di Champdamoulin (Campomolino 1141 mt.), *palina*ove è posta la sede della casa comunale di Castelmagno, da lì si discende prima una stradina asfaltata e poi, superato un'arco in pietra, un sentiero che va a valicare il torrente Grana attraverso un ponticello in legno. *palina*

Raggiunto il bosco sulla destra orografica della valle, a beve si giunge ad una diramazione del sentiero: *palina*
tenendosi a sinistra è possibile applicare la variante che transita attraverso i Pilounet, un'antica borgata abbandonata, sovrastata da uno sperone roccioso detto
"Testa de Leoun", mentre tenendosi sulla destra, la mulattiera sale verso sud-est serpeggiando  nel lariceto detto dl'Isart e superato un valloncello, giunge su un costone che delimita la sinistra orografica del vallone del Bial d’la Cuguia (ruscello Cucuia).

Qui si trova il poggio panoramico che fronteggia la borgata Coulèt (Colletto), posta sull’altro lato della valle.
Qui il sentiero si ricongiunge con quello proveniente dai Pilounet. *palina*
Proseguendo, il sentiero volge verso sud e si inerpica lungo il costone sul quale si trovano i casolari di Fourest Soutàn (Foresti Inferiore, 1450 mt.). *Tabella Località*


Pregevole esempio di architettura presso i Fourest

La rocca "Testa di leone"


Clicca sull'immagine per ingrandire la cartina


Panorama sulla fraz. Colletto e Colle Margherita

Il bivio Campomolino\Chiotti nella pineta...

Superate alcune frastagliature rocciose, il sentiero si porta ai Fourest Soubiràn (Foresti Sup. 1540 mt.) *palina* poco oltre si possono raggiungere le baite Chimou sormontate dalla dominante Rocha Cuguia
(Rocca Cucuia 2144 mt.)
Per non ripetere il percorso fatto nella salita, è possibile tornare a Campomolino passando dalla fraz. Nerone, per far questo è necessario superare i Foresti Superiori mantenendosi sul versante nord-ovest, oltrepassate le case e percorso un breve tratto pianeggiante, infilarsi nella fitta pineta poco distante.

Giunti ad un bivio, *palina* mantenersi sulla destra e ridiscendere verso valle, raggiunta la fraz. Niroun Soutan, *palina* seguire il sentiero che sulla sinistra orografica costeggia il torrente Grana fino a Campomolino.

Se invece al bivio si tira dritto, attraverso un panoramico sentiero, quasi completamente ricostruito nell'estate 2014 dagli operai forestali della Regione Piemonte, è possibile raggiungere in circa un'ora di cammino la fraz. Chiotti.
A questo punto, percorrendo a ritroso il
Cammino di San Magno e seguendo le indicazioni per Campomolino, si giunge alla chiesetta di San Bernardo (1459 mt.). *palina*
Si prosegue in costante discesa attraversarsando un paio di volte la strada provinciale e si raggiungono i ruderi della borgata Nerone Soprano, poi in breve si arriva alla borgata Nerone Sottano mt.1283. *palina*
Ora, per ritornare a Campomolino, si segue costantemente il sentiero che, sulla sinistra orografica, costeggia il torrente Grana.


Lavori di ricostruzione sul tratto

di sentiero verso la fraz. Chiotti



Superata la pineta... colpo d'occhio su Viribianc, Viridio, R.ca Parvo e la sottostante fraz. Chiotti



TRIAL TEAM CASTELMAGNO al lavoro per il ripristino del sentiero...










N. 11

 Per contattarci:  castelmagno.oc@gmail.com